Ricetta: Pizza al Pistacchio fatta in casa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Ricetta per una pizza al pistacchio fatta in casa, super pistacchiosa e dall'impasto ottimo!

Intensità del Pistacchio: 5 su 5

Oggi vediamo una ricetta mediamente facile per fare in casa una fantastica pizza pistacchissimo, con un impasto napoletano e un cornicione spinto e alveolato. Ho utilizzato il fornetto G3 Ferrari (link di acquisto) per ottenere temperature più alte e quindi una cottura più veloce.

 

PREMESSA:

Non sono un pizzaiolo e non ho alcuna pretesa di proporre la ricetta del secolo! Ho solo studiato un po' di ricette da varie fonti e ho sperimentato, quindi poche critiche e divertitevi anche voi.

 

IMPASTO:

Vi rimando a QUESTA MIA RICETTA per realizzare un impasto di pizza napoletana con idratazione al 65%, molto leggero e gustoso.

Quando avete finito di preparare l'impasto, tornate in questa pagina.

 

INGREDIENTI:

Per il condimento potete sbizzarrirvi, quindi vi indico semplicemente la variante che ho fatto questa volta. Vi consiglio però di avere sempre come base qualcosa che preservi l'umidità, come ad esempio la crema di pistacchio che ho fatto io.

  • Panna da cucina
  • Pesto di pistacchio (lo trovi qui)
  • Farina di pistacchio
    (se non la trovate, tritate finemente dei pistacchi interi)
  • Granella di pistacchio / Pistacchi interi (a piacere)
  • Mozzarella (fatela scolare!)
  • Speck a cubetti / listarelle
  • Ricotta fresca

 

CREMA DI PISTACCHIO:

  • In una padellina a fuoco molto dolce versate la panna da cucina
  • Aggiungete pesto di pistacchio (da cui avete rimosso eventuale olio galleggiante)
  • Aggiungete farina di pistacchio
  • Io procedo a occhio, finché non diventa molto verde e si sente il profumo di pistacchio.
    Indicativamente con 200 ml di panna + 100 g di pesto + 50 g di farina viene un'ottima crema!
  • Aggiungete sale e pepe a piacere se il pesto non ne contiene
    (controllate gli ingredienti in etichetta)

NOTA: con le dosi sopra indicate si condiscono 2/3 pizze, dipende da quanto abbondate

 

TRUCCO PISTACCHISSIMO:

Quanto sto per dire non è fondamentale, ma è interessante per avere un risultato al TOP servono.
L'ideale è avere 2 tipi di pesto: uno più denso per fare la crema (tritatura grossa), uno più liquido per guarnire alla fine (tritatura fine). Si trovano entrambi i tipi in commercio.

  • Se avete solo quello molto denso, potete prenderne una piccola parte e allungarlo leggermente con olio o acqua calda. Oppure prendere la parte superiore che tipicamente è meno densa.

  • Se avete solo quello liquido, quando farete la crema dovrete mettere più farina di pistacchio, per far stringere maggiormente la crema.

 

PROCEDIMENTO:

  • Supponiamo di avere dei panetti da 230 g circa, come spiegato nella ricetta indicata qui sopra, ben lievitati
    (se usate il G3 Ferrari evitate di spingervi oltre i 250 g, perché poi non ci entrano bene)

  • Mettete un po' di farina sul tavolo e stendeteli, schiacciando al centro e spingendo verso l'esterno, questo vi permette di preservare il cornicione molto facilmente (quindi NO mattarello!)

  • Stendiamo la crema di pistacchio sulla pizza

  • Aggiungiamo la mozzarella (sbriciolata a mano e scolata) e lo speck

  • Infornate (più sotto metto alcuni dettagli sulla cottura)

  • All'uscita mettete un ciuffetto di ricotta al centro

  • Guarnite con un po' di pesto liquido, farina di pistacchio, granella di pistacchio, qualche pistacchio intero
    (fate ovviamente a piacere, in base a quello che avete a disposizione!)

 

COTTURA:

  • Se usate come me il fornetto G3 Ferrari (testato!):

    • Posizionate un foglio di alluminio sulla base

    • Mettete a massima potenza e fate scaldare 8 minuti

    • Togliete il foglio di alluminio e lasciate scaldare altri 4 minuti

    • Il foglio di alluminio serve ad avere una temperatura più bassa alla base, per evitare di bruciare il sotto della pizza
      (per ridurre il rischio potete sostituire la pietra base con una in terracotta)

    • Prendete la pizza con le palette (leggermente infarinate) e mettete nel forno
      (siate rapidi, perché se il forno resta aperto a lungo la temperatura precipita!)

    • Dopo 3 minuti la pizza è cotta!

    • Tiratela fuori e guarnite con i condimenti finali

 

  • Se usate il forno di casa classico vi consiglio di provare il METODO COMBO (guarda questo video su YouTube):

    • Far scaldare il forno a 200 gradi in modalità statica

    • Far scaldare una padella antiaderente
      (non esagerate, perché il Teflon non dovrebbe mai andare oltre i 300 gradi)

    • Mettere la pizza, senza condimento, sulla padella a fuoco medio, per iniziare la cottura della base. Tenete coperto con un coperchio per trattenere l'umidità.

    • Appena la base fa qualche cenno di bollala mettete la base del condimento (crema di pistacchio

    • Quando la base è ben cotta aggiungete la mozzarella, alzate il forno a 250 gradi e accendete il grill (la resistenza in alto)
       
    • Spostate quindi la pizza in forno, posizionandola più in alto possibile, vicinissimi al grill incandescente (così da avere circa 400 gradi). Questo farà gonfiare e cuocere il cornicione!

NOTA: quando infornate la pizza potete versare anche dell'acqua sulla base del forno, per creare del vapore che creerà umidità e manterrà più morbido il cornicione.

    • Giratela man mano che serve (ogni grill ha una zona particolarmente calda) e dopo 2 minuti la pizza è pronta!

    • Comunque nel video è spiegato tutto molto bene! Ma ve l'ho trascritto come promemoria.

 

Buona pizza a tutti!

Intensità del pistacchio:

1 1 1 1 1

Gusto complessivo:

1 1 1 1 1

 

 

Seguimi su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornato!

Ricetta: Pizza al Pistacchio fatta in casa - 5.0 su 5 basato su 1 recensione di Pistacchissimo.it

Collaboratori

Contatti

•  Email: [email protected]

•  WhatsApp: 350 01 29 595